monitoraggio

Peste suina africana
Indicazioni per gli escursionisti

Pubblichiamo il decalogo preparato dal Dipartimento di Sanità Pubblica Distretto di Pavullo nel Frignano


PRIMA DI OGNI ESCURSIONE

Quando progetti un’escursione controlla sui siti degli Istituti Zooprofilattici Sperimantali (www.izsler.it per Lombardia e Emilia-Romagna; www.izsplv.it per Piemonte, Liguria e Valdaosta; www.izsvenezie.it per Veneto, Friuli, Trentino Alto-Adige, province di Trento e Bolzano) che la zona non sia una zona infetta o una zona “buffer” per la malattia: sono territori vietati

Rispetta i divieti di accesso alle zone interdette al pubblico


DURANTE L’ESCURSIONE

Non abbandonare residui di cibo nell’ambiente

Non cercare di avvicinare eventuali cinghiali


DOPO OGNI ESCURSIONE

Al rientro dall’escursione rimuovi bene tutto il terriccio dagli scarponcini e lavali con acqua e sapone usando una spazzola

Lava gli abiti usati


SE TROVI UNA CARCASSA DI CINGHIALE

Se trovi una carcassa di cinghiale o parti di essa, anche non recente o ridotta a scheletro, chiama il prima possibile il numero 051.6092124 per l’Emilia-Romagna ed effettua la segnalazione

Dai le seguenti informazioni: coordinate geografiche del punto di ritrovamento della carcassa, numero del sentiero percorso, descrizione di punti di riferimento per facilitare l’individuazione del luogo del ritrovamento

Possibilmente scatta alcune fotografie della carcassa e del luogo 

Tornato a casa, lava gli abiti usati in escursione

Rimuovi il terriccio dagli scarponcini e lavali con acqua e sapone. Disinfettali con un prodotto che contenga almeno 0,5% di benzalconio cloruro (Lysoform, ad esempio)


Scarica la presentazione fatta al CAI il 25 Gennaio sulla PSA dalla AUSL di Modena

Total Page Visits: 642 - Today Page Visits: 1
Posted in CAI Modena, Escursionismo, News.