giovedì 19 settembre

Val Concel. Da Malga Grassi a Rifugio Pernici

(Prealpi)


Escursione da Malga Grassi, in località Campi di Riva del Garda, al Rifugio Nino Pernici Il Rifugio, inaugurato dalla S.A.T. nel 1929, è intitolato a Nino Pernici, militante di Riva del Garda caduto nel 1916 alla testa del suo reparto alpino sul fronte dell’Isonzo. Dal Rifugio si gode di una splendida vista delle montagne trentine e dell’alto Garda. Raggiunto il parcheggio al termine della strada sterrata che giunge da Campi, ci si trova in una incantevole vallata circondata dalle alte montagne e dalle Guglie di Pichea che sembrano formare un anfiteatro naturale.
Il Percorso: Per raggiungere al Rifugio Nino Pernici, occorre seguire i cartelli indicanti il sentiero C.A.I n° 402. Al termine dei prati il sentiero si addentra nel bosco, ed inizia a salire deviando rispetto al sentiero sterrato principale. Lungo tutto il percorso prestare attenzione alle bici che scendono dal Rifugio lungo la strada sterrata. Il percorso risale le pendici del monte. Dopo circa 45 minuti, si giunge alla Malga abbandonata, Dosso dei Fiori. Si prosegue lungo la strada forestale risalendo il pendio fino a giungere ad una fonte in prossimità di un ruscello, dove svoltando a destra si seguirà l’indicazione per il Rifugio. Il sentiero riprende a salire e attraversa il bosco fino a giungere nei pressi di Bocca Trat, m 1.581, svoltando a sinistra si arriva al Rifugio Nino Pernici m 1.600.
Da qui si gode di uno splendido panorama sulle montagne circostanti, il monte Misone, il monte Stivo, il Cornetto, il Bondone, fino ai monti del Pasubio e alla Paganella.
Dopo la sosta presso il Rifugio, rientreremo percorrendo il sentiero n° 413 verso Bocca di Saval, m 1.740. Da qui scenderemo verso malga Grassi. Il tratto dal Rifugio Pernici a Bocca Saval inizia nel bosco per poi rimanere interamente esposto; questo tratto richiede una buona esperienza di trekking in montagna ed occorre prestare attenzione poiché si percorre lungo il pendio della montagna. Dopo circa un’ora si giunge a Bocca Saval, m 1.740, che scende a sinistra segnalato con segnavia, per ritornare a Malga Grassi.


Difficoltà: EE
Direttore escursione: Aurelio Piazzi

Dislivello:: +/- m 700.
Tempi indicativi: 5 ore, compreso le soste.
Termine iscrizione: Martedì 17 Settembre 2019.
Trasporto: Con auto proprie
Info e iscrizioni: Segreteria CAI Modena

Scarica la scheda

1491total visits,4visits today

Posted in CAI Modena, Escursionismo, Gite, Gite Escursionismo, Gite Over 50, Gruppo Over 50.