Sentiero 830

giovedì 30 luglio

Galmarara – Bivio Italia “Sentiero 830”

(Altopiano di Asiago)


Over 50 – Si potrebbe definire un mondo a parte. Ecco come si presenta l’Altopiano di Asiago, di cui fanno parte sette Comuni. Per ampiezza e varietà del territorio, per le caratteristiche ambientali uniche nel suo genere, per la sua importante storia che ha segnato i destini dell’Italia, con la Prima guerra Mondiale del 15/18, che ha inciso in modo determinate su questo Altipiano e nei centri abitati dei sette comuni che costituiscono questa comunità, causando profonde trasformazioni, da lasciarne ancora oggi segni molto evidenti. L’altopiano è indubbiamente una zona particolarmente interessante, sia dal punto di vista ambientale che storico. Vale la pena visitarlo. Lungo tutto il percorso saremo immersi in un ambiente segnato da quel periodo così importante per il nostro paese.
Il tracciato: percorreremo lo storico sentiero 830, vecchia strada militare costruita dalle truppe Austro – Ungariche, che di quella zona ne avevano fatto un caposaldo fondamentale per fronteggiare le truppe dell’esercito italiano. Il punto di partenza sarà Malga Galmarara, m 1.611. Seguendo la vecchia strada militare si passerà per la Busa della Pesa, m 1.744. qui, si potrebbe fare una piccola deviazione per arrivare sino ad arrivare al Bivio Tre Fontane, m 1.874, per poi riprendere il sentiero 830 sino ad arrivare a “Bivio Italia”, m 1.987. Da questo punto di osservazione, si potranno vedere sia il Monte Ortigara che Cima 12, teatri di feroci battaglie che causarono migliaia di vittime. Qui faremo la sosta per rifocillarci e inizierà il ritorno verso Malga Galmarara. Seguendo sempre la vecchia strada militare, raggiungeremo Selletta Macensefty, m 2.055, poi Campo Gallina, m 1.855, dove ancora oggi si potrà vedere come era organizzato un campo militare Austro – Ungarico. Proseguendo raggiungeremo la Busa del Molton, m 1.746, per poi raggiungere nuovamente Malga Galmarara, punto di partenza della escursione.


Direttore escursione: Aurelio Piazzi
Difficoltà del percorso: E
Dislivello: +/- m 444.
Tempi di percorrenza: ore 5 – 6 compreso soste.
Ritrovo: alle ore 5,15, presso la sede sociale CAI di Modena, con partenza alle ore 5,30.
Iscrizioni: entro martedì 28 luglio 2020.
Presso: Segreteria CAI Modena

Scarica la scheda
Scarica il modulo di autocertificazione

Total Page Visits: 744 - Today Page Visits: 1
Posted in CAI Modena, Escursionismo, Gite Escursionismo, Gite Over 50.