sabato 28 domenica 29 luglio 2018

Monte Peralba – Monte Avanza

(Alpi Carniche)


Il Monte Peralba è una cima superba con un grande panorama, posto alla testata della Val Sesis alle Sorgenti del Piave, si presenta come un gigantesco monolite di calcare dolomitico che offre ascensioni di tutti i tipi e per tutte le abilità. Anche questa cima è stata ­teatro degli eventi del primo conflitto mondiale, tenuta saldamente dagli Austriaci.
Il sabato parcheggio alle Sorgenti del Piave saliremo al rifugio Calvi, in circa 1 ora, dove potremo alleggerire gli zaini e fare un pasto leggero prima di intraprendere la salita al Monte Peralba. Dal rifugio in 20 minuti su sentiero si sale al Passo Sèsis (m 2312) tra il Peralba e Pic Chiadènis. Sempre su sentiero raggingiamo la dorsale nord-est, su erba e terreno sassoso, stando sul versante meridionale della cresta. Poi per brecciame si va ad imboccare un canalino (a volte nevoso) attrezzato con un cavo che porta al grande cupolone detritico sommitale, che si percorre in direzione del segnale trigonometrico di vetta (ore 1,50 dal rifugio).
Il rientro per la stessa via di salita fino al Rifugio dove passeremo la notte. La domenica mattina meteo permettendo faremo un anello che aggira il Peralba sul versante nord per tornare alle Sorgenti del Piave, oppure in alternativa e se il meteo lo permette la salita più impegnativa, in parte attrezzata con cavi, ma ben più appagante al monte Avanza dove si trovano ancora fili spinati del primo conflitto mondiale, per poi scendere fino alle sorgenti passando dal rifiugio omonimo e alle auto per il rientro.


Difficoltà EE
Dislivello: sabato +860 m – 520  domenica +520 – 860 m
Distanze e tempi: sabato 6 km (5 ore) domenica 9 km 6 ore
Posti disponibili 14
Pernottamento in rifugio
Trasporto:
Auto
Direttore escursione: Alberto Accorsi

Informazioni ed iscrizioni: Sede CAI Modena

Scarica la scheda

Posted in CAI Modena, Escursionismo, Gite Escursionismo.