mercoledì 11 novembre 2020

Rinnovato il tratto “assistito” della Grotta Rosa

(sul sentiero di crinale 00)


Il tratto attrezzato del passaggio alpinistico tra il Monte Rondinaio e Monte Giovo, località “Grotta Rosa” è stato completamente rinnovato grazie al lavoro di Alberto  e Edo Montorsi, entrambi dediti allo splendido mestiere di Guida Alpina ed appartenenti al gruppo Guide WHITE E BLUE MOUNTAIN GUIDES.
Il lavoro è stato realizzato grazie al contributo del Parco del Frignano – Parchi emilia centrale e del Club Alpino Italiano Sezione di Modena e al lavoro delle guide. Era una criticità che conoscevamo segnalataci dagli escursionisti, da Tex del Rifugio Vittoria e di cui avevamo parlato anche con il presidente del Parco in merito alla necessità di garantire maggiore sicurezza ai frequentatori del sentiero (oo).
Abbiamo cominciato a parlane con Edo la serata in cui era venuto a presentare in Sede CAI Modena la salita del Sass Maor a gennaio scorso, subito avevamo trovato la sua disponibilità.  In seguito, nonostante i problemi legati all’emergenza Corona Virus, Giuliano Cavazzuti con incontri e contatti con il Parco ha ottenuto il contributo all’acquisto dei materiali RAUMER necessari. Materiali acquistati a settembre scorso, quando ancora tante persone calcavano i nostri sentieri.
Da ieri il tratto è stato riattrezzato dalle guide che si sono portate il materiale sulle loro spalle (tassellatori, mola a batterie,fittoni ecc ecc) e sistemato una volta per tutte il famoso tratto assistito, ancora saldo ma arrugginito e consunto dalle intemperie.

Un grande risultato ottenuto grazie alla collaborazione di tutti e che adesso è a disposizione di tutti gli escursionisti che frequentano il nostro meraviglioso Appennino. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato.

Hanno collaborato: le Guide Alpine Alberto ed Edo Montorsi del White e Blue Mountain Guides, con la progettazione, il trasporto e la messa in posa che hanno eseguito in modo del tutto gratuito; Massimo (Tex) Bernardi, gestore del Rifugio Vittoria di Lago Santo Modenese, con l’accoglienza e il ristoro per le Guide; il Presidente G.B. Pasini dei Parchi dell’Emilia Centrale, con l’acquisto dei materiali necessari e Giuliano Cavazzuti, Responsabile Sentieristica CAI Alto Appennino Modenese, nella condivisione e nel coordinamento delle sopracitate persone.


Video

Total Page Visits: 684 - Today Page Visits: 2
Posted in CAI Modena, Escursionismo, News.