domenica 2 settembre 2018

Buso della Rana

(Invito alla Speleologia)


Il Buco della Rana è una cavità di origine carsica che si sviluppa per oltre 29 chilometri sotto l’altopiano del monte Faedo, nel comune di Monte di Malo (Vicenza). Il suo imponente ingresso, a 340 metri di quota, poco distante dalla strada che sale da Priabona, basta da solo a dare un’idea della vastità della grotta, che, in Italia, è la più estesa tra quelle che hanno una sola entrata. E’ però probabile che esista un secondo ingresso, forse nelle zone alte, dato il notevole circolo d’aria interno alla cavità.
Caratteristica della grotta è il pavimento, costituito da basalto vulcanico impermeabile, che ha determinato un notevole sviluppo delle gallerie orizzontali. L’atrio iniziale della grotta, da cui esce il torrente Rana, fu probabilmente abitato nel periodo neolitico, come dimostrano i ritrovamenti di vasellame, attrezzi ed armi in selce lavorata. Un piccolo laghetto va superato con un tratto di facile ferrata che permette di accedere alla galleria principale.
La grotta ha un andamento prevalentemente orizzontale, ma non mancano zone ricche di pozzi anche profondi. I rami che visiteremo sono comunque di facile percorribilità e l’escursione è aperta a tutti. Tra gallerie sempre diverse, condotte forzate e bassi laminatoi, il nostro itinerario consentirà di rendersi conto dell’immenso lavoro di erosione svolto dall’acqua nel corso dei millenni e di comprendere la vastità e la complessità delle diramazioni della grotta, che si addentrano in profondità nella roccia carbonatica del piccolo monte.


Difficoltà: E – Escursione speleologica

Direttore escursione: Gianluigi Mesini

Iscrizioni e informazioni: Sede CAI Modena

Scarica la scheda

68total visits,1visits today

Posted in CAI Modena, Gite, Gite Speleologiche.