domenica 21 ottobre

Becco di Filadonna

(Gruppo della Vigolana)


Escursione molto remunerativa, soprattutto per gli scenari e i panorami, che meteo permettendo sono eccezionali in tutte le direzioni, grazie all’altitudine e alla posizione, dalla cima (m. 2150), lo sguardo spazia sulle Piccole Dolomiti, il Monte Baldo, Monte Stivo, Bondone, Paganella, Dolomiti di Brenta, Val d’Adige, Lagorai, Valsugana, Ortigara e anche la città di Trento, la Valsugana, e sui laghi di Levico e Caldonazzo.
Partiremo dal Bar al Sindech (m. 1061) seguendo il sentiero che porta in circa un’ora al rifugio Casarota. Dal rifugio seguendo il sentiero che risale i ripidi contrafforti della montagna attraverso una zona devastata da un incendio, giungeremo in prossimità di un passo chiamato Buco de Zol (m. 2070). Arrivati al passo, si gira a destra e procedendo a mezzacosta in leggera salita sotto la cresta in breve si arriva alle roccette finali della cima.
Per il rientro ripercorreremo il sentiero di andata fino al passo e se il tempo lo permette percorreremo la cresta per scendere su un sentiero che scende al valico della Fricca e da li lungo la strada torneremo alle auto. In caso cotrario scenderemo per lo stesso sentiero dell’andata passando dal rifugio.

L’escursione ha un dislivello importante si richiede un’adeguata preparazione fisica.


Difficoltà: EE

Dislivello: +1100 – 1100m

Distanza da percorrere: circa 13 km

Tempi previsti: 5/6 ore + soste

Termine iscrizioni: Venerdì 19 ottobre 2018

Mezzo di trasporto: Auto proprie

Ritrovo: ore 6,45 – partenza ore 7,00 parcheggio Sede CAI Modena

Informazioni e iscrizioni: Sede CAI Modena

Scarica la scheda

724total visits,21visits today

Posted in CAI Modena, Escursionismo, Gite, Gite Escursionismo.